Le chiacchiere sono dolci sfoglie fritte e croccanti, tipiche del periodo di carnevale. Ogni regione chiama questo dolce con nomi diversi: donzelle in Toscana, chiacchiere in Lombardia, crostoli in Trentino, bugie in Piemonte e così via. Inoltre, sono dolci molto friabili ottenuti dalla stiratura di un impasto successivamente fritto e cosparso di zucchero alla fine. La loro forma rettangolare, le rende inconfondibili e attira immediatamente da tempo la golosità di grandi e piccini. Pertanto, la loro presenza nelle vetrine rende l’aria  immediatamente frizzante e allegra.
Che sia la prima o la milionesima volta che ne assaggiate una, ogni morso è una magia: ed è subito carnevale

Ingredienti per il dolce:

-500 g. di farina bianca 00
-60 g. di zucchero
-5 g. di sale
-175 g. di uova
-50 g. di Marsala
-scorza di un limone
-aroma alla vaniglia.

Per preparare il dolce, setacciate la farina assieme al lievito e versate in una planetaria con foglia. Aggiungete lo zucchero , il sale, le uova sbattute in precedenza  e la grappa . Lavorate fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Sostituite la foglia con il gancio , unite i semi della bacca di vaniglia e il burro , quindi continuate ad impastare per 15 minuti fino ad ottenere un composto omogeneo : dovrà risultare sostenuto ma abbastanza malleabile. Se necessario potete aggiungere 5/10 gr di acqua. Trasferite l’impasto su un piano da lavoro, e maneggiatelo rapidamente per dargli una forma sferica . Avvolgete il panetto con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per almeno 30 minuti .

Trascorso questo tempo, dividete la pasta in porzioni da 150 g circa e iniziate a lavorare ognuna singolarmente. Appiattite leggermente una prima porzione con il palmo della mano  infarinatela e stendetela con il mattarello impostato sullo spessore più largo .
Ripiegate verso il centro i lati corti della striscia di pasta ottenuta 10, dopodiché tiratela nuovamente impostando ogni volta il mattarello su uno spessore sempre minore, fino a raggiungere i 2 mm Eseguite lo stesso procedimento su tutte le porzioni di impasto. Lasciate riposare qualche minuto la sfoglia tirata e nel frattempo portate l’olio alla temperatura di 150-160°. Con una rotella a taglio smerlato procedete sagomando dei rettangoli di circa 5×10 cm e praticando su ognuno due tagli centrali, paralleli al lato lungo  Non appena l’olio ha raggiunto la giusta temperatura immergetevi 2-3 rettangoli di sfoglia con l’aiuto di una schiumarola e fateli cuocere rigirandoli su ambo i lati fino a che non raggiungono la doratura. Scolate le sfoglie su carta assorbente e, una volta fredde, impiattatele e cospargetele con abbondante zucchero a velo setacciato
Le vostre chiacchiere sono pronte 

Se vuoi assaggiare le mie clicca qui :chiacchiere

I